Produzione Vegetale e Colture

La superficie agricola utile si aggira sui 90 ha ed ha subito, con la conversione all’agricoltura biologica nel 2017, un cambiamento abbastanza netto nella tipologia di colture. Da una produzione specializzata in mais da seme, patate precoci e riso il focus della campicoltura si è spostato forzatamente alla produzione di foraggi durante il periodo di conversione. In questo periodo oltre ai foraggi grezzi per le mucche (Loietto, insilato di mais ed erba medica) i cereali erano soprattutto da foraggio (mais granella,frumento ed orzo). Dal 2019, primo anno di produzione BioGemma, la coltura principale resta il mais da granella, mentre il resto delle terre arabili sono occupate da frumento panificabile, orzo da malto (vedi malteria), soia da tofu, patate precoci da consumo e da chips.

Dagli inizi degli anni novanta partecipiamo al programma federale PER, (produzione integrata).

Un minimo del 10% della nostra superficie aziendale viene dedicato alla produzione estensiva, queste consistono principalmente da pascoli e prati estensivi ( non concimati e sfalciati tardi e a mosaico), siepi, alberi singoli, vecchi frutteti e biotopi con l’obiettivo di favorire la biodiversità.

Anche le tecniche di coltivazione hanno subito un cambiamento abbastanza drastico: la filosofia aziendale rimane però quella del “Minimum Tillage” e della copertura dei terreni tutto l’anno. Durante molti anni la strategia si basava sull’impiego di erbicidi totali (glyphosate). Con l’accrescere delle critiche da parte dei consumatori si è dapprima deviato su erbicidi meno estremi (graminicidi) e dalla conversione al Bio ci si concentra sulla semina su lettiera, in combinazione con colture intercalari ridotte a pacciamatura prima della semina diretta.

 

 

 

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top